close

Info

Info

Il mistero della cripta di San Zaccaria

C’è una Venezia che conoscono ancora in pochi, la Venezia delle cripte, spazi fondamentali nella struttura architettonica di molte chiese. Luoghi nascosti perché sotterranei, ma non per questo meno ricchi di fascino e arte, pensati originariamente per conservare e preservare le reliquie dei santi protettori cui le chiese erano dedicate, ed oggi luoghi di mistero e attrattiva.

San Zaccaria fu il Pantheon del Medioevo veneziano: qui riposano otto antichi dogi, i primi della Repubblica

Nell’829 venne fondata la chiesa di San Zaccaria a Venezia, quale ideale prosecuzione della Basilica di San Marco, insieme a consistenti emolumenti per costruire accanto anche un monastero benedettino di clausura femminile, nel quale venivano rinchiuse le figlie femmine della nobiltà veneziana allo scopo di preservare intatte le proprietà familiari: queste monache ebbero fama di condurre una vita libera e licenziose.

Tra la Basilica di San Marco ed il Monastero vi era un orto ( brolo, in veneziano) di proprietà delle monache che ne cedettero una parte per allargare la piazzetta davanti alla Basilica, e da qui sembra nasca la parola italiana imbroglio, in quanto la piazzetta veniva chiamata appunto brolo, e qui si ritrovavano i nobili decaduti, detti Barnabotti, che vendevano i loro voti al Maggior Consiglio, generando quindi imbrogli, accordi, slealtà.

Il Corpo di San Zaccaria riposa nella misteriosa ed affascinante cripta, che ha resistito ad un furioso incendio che uccise più di cento monache. Nel 1515 la Chiesa assunse l’aspetto che ha ora, la facciata completamente rifatta dal Codussi, mentre il Campanile, risalente all’XI secolo è rimasto il medesimo.

read more

Info

L’ Architetto Carlo Scarpa

Se amate l’ architettura e cercate un itinerario veneziano ecco un nostro consiglio!

Luce, acqua, legno, marmo, pietra, ferro, mosaico, vetro di Murano. Vuoti e pieni, riflessi ed ombre sono per Carlo Scarpa (1906-1978) elementi dell’opera costruita, dettagli meticolosi nelle sue creazioni. A Venezia sono visitabili, anche con percorsi guidati, la Fondazione Querini Stampalia, il Negozio Olivetti, l’ Aula Baratto e San Sebastiano di Ca’ Foscari, lo IUAV.

read more

Info

La Festa dei Veneziani: Il Redentore

Imperdibile la Festa più amata dai veneziani, Il Redentore.

La Festa del Redentore è l’evento che ricorda la costruzione della Chiesa del Redentore quale ex voto per la liberazione della città dalla peste del 1575-1577.

Alla fine della pestilenza si decise di festeggiare con la creazione di un ponte votivo allestito sul Canale della Giudecca collegando l’isola con le Zattere all’altezza della Chiesa dello Spirito Santo, consentendo così il raggiungimento pedonale della Chiesa del Redentore.

Questa celebrazione diventa una tradizione ancora attiva dopo quasi cinque secoli.

Oltre che per il carattere religioso, la festa va ricordata per un grande spettacolo di fuochi d’artificio che si tiene nella notte tra il terzo sabato e la domenica di luglio sul Bacino di San Marco e per le tre regate di imbarcazioni tipiche veneziane organizzate nella giornata successiva, attraendo così un pubblico vasto e proveniente da tutto il mondo.

read more

Info

Venezia in auto o in treno? Certamente!

Raggiungerete Venezia in auto o in treno?

LHost in Venice è la soluzione per voi: nelle immediate vicinanze del vostro arrivo ed allo stesso tempo già immersi nella bellezza di un panorama spettacolare!

Potrete comodamente lasciare l’ auto nei diversi parcheggi custoditi presenti nella zona Tronchetto-Piazzale Roma e raggiungere in pochissimi minuti il nostro appartamento ed il centro storico di Venezia.

read more

Info

I gioielli nascosti di Venezia: la Scala del Bovolo

In pieno centro storico, tra Rialto e piazza S. Marco, ma fuori dai circuiti turistici più conosciuti e quasi nascosta tra le calli, esiste un gioiello dell’ architettura gotica veneziana, la Scala Contarini del Bovolo, così chiamata per la sua particolare forma a chiocciola (in veneziano “bovolo”). È possibile visitarla e godere, salendo, di una splendida vista della città! (Aperto tutti i giorni 10-18 escluso festivi, biglietti interi 7€, varie riduzioni disponibili).

read more

Info

Un’ incredibile vista di Venezia

Volete ammirare Venezia dall’ alto, uno sguardo che abbraccia tutta la città, la laguna e tutto il territorio fino alle cime delle Dolomiti?

Salite sul campanile della Basilica di S. Giorgio maggiore, facilmente raggiungibile dal nostro appartamento: prendete la linea 2 del vaporetto fino a S. Giorgio, biglietti acquistabili direttamente in loco (apertura aprile-ottobre 9-19, novembre-marzo 8:30-18; visite sospese dalle 10:40 alle 12. Prezzo del biglietto intero 6,00 euro)

read more